Acquista la tua piattaforma Palazzani pagandola solo il 50% usufruendo del Credito d’imposta anno 2021

Il 30 dicembre è stata pubblicata in gazzetta ufficiale la legge finanziaria 2021 che ha prorogato e incrementato il credito d’imposta per l’acquisto di beni materiali che soddisfano i requisiti industria 4.0.

Acquista la tua piattaforma Palazzani pagandola solo il 50% usufruendo del Credito d’imposta anno 2021

Per il 2021 il credito d’imposta è stato incrementato alla percentuale del 50% da usufruire in tre anni, Sintetizziamo di seguito i principali elementi:

PERCENTUALE

Il credito d’imposta, rispetto al 2020, è variato come segue:

 

Totale acquisti annui fino a

 

2,5 mln

10 mln

20mln

Acquisti dal 16 11 2020 al 31 12 2021 oppure acquisti con acconto del 20% entro il 31 12 2021 e saldo entro il 30 06 2022

50%

30%

10%

Acquisti dal 01 01 2022 al 31 12 2022 oppure acquisti con acconto del 20% entro 31 12 2022 e saldo entro il 30 06 2023

40%

20%

10%

 

DA QUANDO E COME E’ USUFRUIBILE

Il credito d’imposta è usufruibile, in tre quote annuali di pari importo, dall’anno di entrata in funzione dei beni ed a decorrere dell’interconnessione. Il credito è utilizzabile in compensazione tramite il modello F24

DICITURA IN FATTURA

Le fatture e gli altri documenti relativi all’acquisizione dei beni agevolati devono contenere l’espresso riferimento alle disposizioni dei comma da 1054 a 1058 della legge n. 178 del 30 dicembre 2020 (finanziaria 2021 qui allegata)

PERIZIA

Le imprese (acquirenti) sono tenute a produrre una perizia asseverata rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale iscritti nei rispettivi albi professionali o un attestato di conformità rilasciato da un ente di certificazione accreditato, da cui risulti che i beni possiedono caratteristiche tecniche tali da includerli negli elenchi di cui agli allegati A e B annessi alla legge 11 dicembre 2016, n. 232, e sono interconnessi al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.

Per i beni di costo unitario di acquisizione non superiore a 300.000 euro, l’onere documentale può essere adempiuto attraverso una dichiarazione resa dal legale rappresentante ai sensi del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445

COMUNICAZIONE

Al solo fine di consentire al Ministero dello sviluppo economico di acquisire le informazioni necessarie per valutare l’andamento, la diffusione e l’efficacia delle misure agevolative introdotte, le imprese che si avvalgono di tali misure effettuano una comunicazione al Ministero dello sviluppo economico. Con apposito decreto direttoriale del Ministero dello sviluppo economico sono stabiliti il modello, il contenuto, le modalità e i termini di invio della comunicazione in relazione a ciascun periodo d’imposta agevolabile.

 

CLICCA QUI per leggere l'estratto della legge di bilancio 2021 in merito alle agevolazioni industria 4.0